Il 31 ottobre sarà la notte più “stregata” dell’anno. Migliaia di zombie e vampiri si riverseranno alle feste e nelle discoteche per festeggiare. I “tradizionalisti” diranno che è una festa che non ci appartiene ma, diciamoci la verità, a volte uscire dagli schemi è maledettamente divertente. Non tutti, però, sono glamour e festaioli. Ebbene, mi rivolgo a voi, repellenti alla mondanità e alle ore piccole: quale modo migliore di passare la notte delle streghe, se non infossati sul divano in compagnia di amici, una bacinella di popcorn caldi e un bel film horror?

Horror, che sia quello giusto.

Per una serata sopra le righe sarebbe forse meglio evitare horror troppo inquietanti. Halloween va vissuto con spensieratezza, ricordate: questa festa deve esorcizzare la paura. Ho scelto di iniziare la carrellata proponendo alcuni titoli consigliati da un esperto del all-hallows-eve-01settore: Devis Furlanetto del gruppo Facebook “Horror Estremo“, che mi ha proposto film che definisce: – estremi, ma anche bizzarri, con tema Halloween.– come il grottesco “All Hallows’ Eve” del 2013: inquietanti presenze, tra le quali un perfido clown, vengono evocate tramite la visione di una videocassetta.  Sempre Devis mi ricorda poi un film che vidi proprio il 31 ottobre di qualche anno fa. “Satan’s Little HelperSatan's Little Helper 13” del 2004 è forse più indicato per una serata dedita alle risate piuttosto che allo sgomento. Pur essendo la tipica storia di maniaco omicida in maschera per la notte di Halloween, questo film è talmente surreale ed improbabile che non potrete che riderci sopra. Basti il fatto che ad affiancare l’assassino mascherato di turno è un ragazzino a dir poco particolare, che per tutto il film gioca con un videogame portatile il cui scopo è aiutare Satana a prendere le anime dei morti e battere Gesù. Meno estemporanea, ma pur sempre particolarLa-casa-dei-1000-corpi-streaming-con-Sid-Haig-Bill-Moseley-Sheri-Moon-Zombie-Karen-Black-di-Rob-Zombiee, l’opera prima di Rob Zombie: “La casa dei 1000 corpi” del 2003, un calderone che rende omaggio a numerose pellicole “made in U.S.A.”. Dopo aver fatto sosta nella stazione di servizio di un clown poco raccomandabile, un gruppo di amici decide di mettersi alla alla ricerca del famigerato “Dottor Morte”: lo troveranno? Un buon livello di splatter e situazioni surreali rendono questo film un piccolo classico.

I grandi classici.

Consigliatissimi sono i grandi horror degli anni ’70 e ’80. Non potrete certo Myerssbagliare proponendo ai vostri amici la visione di “Halloween- La notte delle streghe” diretto da John Carpenter, pellicola del 1978 e capostipite di un filone cinematografico. Michael Myers, un serial killer squilibrato, fuggito da un manicomio, semina panico e morte tra i teenager di una cittadina durante la notte di Ognissanti. Immancabile nella videoteca delle zucche anche “Nightmare- Dal profondo della notte“, film diretto dal compianto Wes Craven: un film iconico, un vero classico del cinema horror nel quale il redivivo maniaco infanticidafreddy_krueger Freddy Krueger sconvolge la vita di alcuni liceali, colpendoli dove nessuno può aiutarli, ovvero nei loro sogni. Non possiamo non menzionare lo splendido “Non aprite quella porta“, di Tobe Hooper, capolavoro assoluto nel suo genere: con uno stile registico asciutto, privo di stacchi e dal sapore quasi amatoriale, poi ribattezzato con il termine “mockumentary“, viene raccontato l’incubo vissuto da un gruppo di amici, che durante una gita “on the road” si imbattono in una famigliola ben poco ospitale: i padroni di casa sono infatti dei pazzi dediti al cannibalismo. Un film più maturo dei precedentemente citati e certamente più disturbante. Chiudiamo la carrellata di classici con l’inossidabile “La notte dei morti viventi“, classe 1968, diretto da George Romero. Alcuni sopravvissuti si barricano in una casa isolata, lottando per contrastare l’attacco di feroci morti, risorti per cause sconosciute. Molti sono i richiami al tormentoso periodo in cui furono eseguite le riprese  e le metafore sociali presenti nel film.

 Tra fumetti e videocassette.MPW-25592

Se cercate un felice cortocircuito tra Cinema e Fumetto, il titolo per voi è “Creepshow” (1982): questo film attinge a piene mani dai famosi E.C. Comics . sono infatti ispirati ai celeberrimi fumetti degli anni ’40 e ’50 i brevi e divertenti episodi che compongono il film. Meritevole di nota anche il sequel del 1987. La suddivisione in episodi caratterizza anche il più recente “V/H/S” (2012) dove alcuni “video rubati” entrano nelle mani di una gang di malviventi in cerca di snuff movies . Notevole il sequel “V/H/S/2” (2013), nel quale due investigatori privati fanno irruzione nella casa di uno squilibrato. Qui iniziano a visionare alcune videocassette contenenti filmati amatoriali a dir poco sconcertanti.

vhs2.5

Meno horror, più divertimento.

Se avete intenzione dimonster_house13 dormire sonni tranquilli e vivere le atmosfere di Halloween con i vostri bimbi, forse un cartone animato può fare al caso vostro. “Monster House”  del 2006 è un divertente cartone diretto da Robert Zemeckis e realizzato in Computer Graphics, nel quale un gruppo di ragazzini si trova alle prese con una casa decisamente  “piena di vita”. Adatta a tutti la visione di “Hotel Transilvania“. Qui il Conte Dracula gestisce un albergo i cui ospiti sono per la maggior parte mostri dell’iconografia hollywoodiana.

Il cinefilo consiglia…

per concludere, ho pensato di sentiresaw-4 l’opinione di una persona per cui il Cinema è una vocazione: il nostro “Movies Hunter”, Alessandro Loscalzo. Gli ho chiesto quali debbano essere i requisiti di un buon film di Halloween. Su questo Alessandro non ha dubbi: – Ci deve essere un assassino seriale! – Successivamente mi ha proposto alcuni titoli che potrebbero “allietare” la vostra serata horror: oltre ai sopracitati “Non aprite quella porta” e “Halloween“, Alessandro raccomanda un nuovo classico come “Saw” , ma anche l’inquietante “Jeepers Creepers” e l’intramontabile capolavoro “La Casa” di Sam Raimi.